Occhiali acustici a conduzione ossea Autel


Nell’apparecchio acustico a conduzione ossea i suoni catturati dal microfono vengono trasformati in vibrazioni meccaniche del ricevitore osseo. Queste vibrazioni sono poi trasmesse all’osso mastoideo e da lì all’interno dell’orecchio dove vengono trasformati in impulsi nervosi percepiti dal cervello come suoni.
Gli O.V.O. Sono particolarmente indicati in 5 casi differenti: nei pazienti con una severa perdita conduttiva, per coloro che non possono indossare nulla che occluda il canale auricolare, per persone con una malformazione congenita particolare, per pazienti con perdite uditive miste e per coloro che scelgono di risolvere con un solo dispositivo problemi di udito e di vista.